lunedì 7 luglio 2008

Dal pennello al computer...


Adesso con il cintiq si può disegnare direttamente al comp. risparmiando molta carta (e credo che almeno per gli alberi sia un'ottima notizia), il risultato è lo stesso??? boh! 
Cmq sia, gente come Frank Frazetta nn se ne vede più da anni. tanto vale vedere cosa salta fuori dalle nuove generazioni computerizzate.
Io vi propongo un gioco: nella serie di immagini qui sotto ce ne sono alcune fatte direttamente al comp. e altre disegnate a matita e/o inchiostrate a pennello. alcune invece sono un misto. sapreste dire cosa è stato fatto a comp e cosa no? roba da settimana enigmatica... nel prossimo post il quesito della susi...
D



















18 commenti:

Anonimo ha detto...

io direi che quelle realizzate con la tav. grafica sono partendo dall' alto le:
n°3
n°8
n°12
cosa ho vinto ?

Anonimo ha detto...

ok, ne hai beccate 3, forse hai diritto ad un premio parziale, ma se lo vuoi devi lasciare il tuo nome...
Danilo

Anonimo ha detto...

se indovini tu non ritiro il premio ;-)
ne ho indovinate 3 su quante ?

Anonimo ha detto...

ohibò! il n° fa parte dell'indovinabile... io ho già indovinato e sono contentissimo del premio che ho ricevuto e poi il cintiq nn è proprio una tavoletta grafica .
D

Anonimo ha detto...

allora aggiungo anche:
ingegnere
sunset
e sicuramente 1altra a colori che per ora mi sfugge...
che premio ha ricevuto ?
e il mio ?
Alex L.

Danilo ha detto...

ok è tutto fatto direttamente al comp, tranne la prima e l'ingegnere che cmq e stato colorato anche lui con photoshop .
ha ricevuto chi? Lisca, mi dai del lei?
D.

Anonimo ha detto...

è stato 1 errore di battitura...
pensavo che l' cintiq ti era stata data come premio... magari con quello che costa...
diciamo che se si puo essere presi in castagna sarà dovuto al fatto che magari in alcune " le prime " dovevi prenderci ancora la mano ?
Alex L.

Anonimo ha detto...

ciao sono una tua ammiratrice, sei sposato?

danilo ha detto...

eh, eh, tutti spiritosi.... troppo facile nascondersi nell'anonimato chissei ? stefano?

Anonimo ha detto...

ci siamo conosciuti all'inaugurazione dell'ultimo libro di Geronimo Stilton

danilo ha detto...

all'unica inaugurazione di un libro a cui sia mai andato non mi hanno fatto entrare, dai burlone dimmi chissei... francesco?

Anonimo ha detto...

sei diventato il mio disegnatore preferito solo per il fatto di esserti autorittratto con le orecchie da elfo XD poi quando ho visto i disegni fantasy lo sei diventato ufficialmente ...
p.

Danilo Barozzi ha detto...

grazie, i complimenti fanno sempre piacere, ma accipicchia perchè nessuno mette un nome? é come giocare a mosca cieca e tocca sempre a me... posso pagare dei caffè o distribuire degli originali...nn userò il vostro per scopi malvagi, sono una persona mite.

Anonimo ha detto...

chissà quanti complimenti hai ricevuto più piacevoli hihi anche se ti dico il nome cosa cambia ... cmq il mio è giuseppe la p. stava per peppe che ne dici di un trapianto di mano?? giusto il tempo di imparare per bene poi te la ridò prometto.. che bello poter parlare con uno che lavora disegnando *.*

Danilo ha detto...

Io potrei provare ad indovinare se ci sono e quali siano le illustrazioni per la De Agostini ;) Ciao Omonimo, corro a linkarti subito. P.s.: complimenti per i disegni. Di sicuro sono tutti fatti... Benissimo!!!

Pasquale Venanzio ha detto...

Ciao Danilo,come vedi io non mi nascondo:)
belle le illustrazioni ed il siparietto che hai intavolato con l'anonimo,son curioso anch'io di sapere chi sia adesso...;)

Francesco Castelli ha detto...

Danilo, io non scriverei mai da anonimooooo! QUindi ti assicuro che non sono io! Sai benissimo che ho la faccia come il C. e non mi nasconderei a fare lo scemo :-))))) Anch'io voglio quel marchingegnoooooo!!!!!

Danilo Barozzi ha detto...

a proposito... chiunque sia l'anonimo è stato divertente, potrebbe anche venirsi a bere qlcosa al mai dire bar al lunedì dopo la scuola, l'invito è anche per giuseppe danilo e francesco. pasquale sei un po' fuori mano, ma con tutte le linee di metrò che ci sono a londra magari ce n'è una che arriva anche qui...